Un episodio della vita di san Giuseppe Cafasso che fa capire come i Santi siano diversi gli uni dagli altri

Il 27 giugno ricorre la memoria di san Giuseppe Cafasso (1811-1860), famoso anche perché fu il direttore spirituale di san Giovanni Bosco (1815-1888).

Ebbene, nella vita di questo santo c’è un episodio che fa chiaramente capire come i santi siano diversi, nel senso che alcuni eccellono per alcune cose, mentre non eccellono per altre; e viceversa.

Ecco l’episodio.

San Giovanni Bosco chiese a san Giuseppe Cafasso, che si recava costantemente nelle carceri,  di poterlo accompagnare. In quel tempo le carceri erano luoghi durissimi e malfamati. San Giuseppe lo aveva avvertito che non era il caso, che non tutti potevano reggere a certe scene, ma don Bosco insistette. Appena arrivati, don Bosco a quella vista svenne. San Giuseppe Cafasso allora gli fece capire che la sua strada di santificazione era un’altra. E così fu. San Giovanni Bosco non era capace di fare ciò che faceva san Giuseppe Cafasso; ma sarebbe stato anche il contrario e cioè che san Giuseppe Cafasso non sarebbe stato capace di fare ciò che avrebbe fatto san Giovanni Bosco nell’educazione dei giovani.

Dio è Verità,  Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

1 Comment on "Un episodio della vita di san Giuseppe Cafasso che fa capire come i Santi siano diversi gli uni dagli altri"

  1. Mi piace

Leave a comment

Your email address will not be published.


*