25 luglio 1968: Paolo VI pubblica l’Humanae Vitae… ti ricordiamo 12 conseguenze negative della contraccezione

L’enciclica Humanae vitae di Paolo VI ribadisce la condanna della contraccezione come peccato grave.

Ebbene, ti offriamo un elenco di ben 12 conseguenze negative della legittimazione della contraccezione

1) Abbassamento generale della moralità.

2) Incremento dell’infedeltà coniugale.

3) Abbassamento del rispetto verso la donna.

4) Legittimazione dell’irresponsabilità.

5) Segno di un prolungato infantilismo.

6) Si “privatizza” e si “pubblicizza” la sessualità.

7) I genitori non vivono più per i figli. Finiscono con l’accettarli solo quando rientrano in un loro progetto di soddisfazione. Si capovolge, inoltre, l’ordine naturale: i figli sono chiamati a vivere per i loro genitori.

8) Non diminuiscono gli aborti, anzi. Infatti, in questo caso l’aborto figurerebbe come una sorta di “ultimo contraccettivo”.

9) Ci si apre alla fecondazione in vitro. Dire, infatti, non voglio un figlio vuol dire anche voglio a tutti i costi un figlio.

10) Ci si apre ad aberrazioni come l’“utero in affitto”. Se, infatti, è possibile la sessualità senza figli, allora sono possibili anche i figli senza la sessualità.

11) S’impongono politiche demografiche verso i Paesi più poveri. Invece di aiutare le popolazioni povere, queste devono essere costrette ad accettare politiche demografiche.

12) Si facilita la legittimazione della pratica omosessuale. Se la sessualità può essere senza la procreazione, allora tutto diviene sessualità.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "25 luglio 1968: Paolo VI pubblica l’Humanae Vitae… ti ricordiamo 12 conseguenze negative della contraccezione"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*