LA SOSTA – Il matrimonio ridotto a “burletta”, l’adulterio a valore.

Il Cammino dei Tre Sentieri:

La Cassazione sentenzia che è reato mentire con l’amante. Per esempio, spacciarsi per scapolo o divorziato, quando invece si è sposati. Perché questa notizia è interessante? Pochi giorni fa abbiamo parlato di un DDL che prevede la cancellazione dell’obbligo di fedeltà nel matrimonio. Siamo, insomma, in una significativa schizofrenia: da una parte si vuole indebolire e snaturare il matrimonio, dall’altra si vogliono in un certo qual modo promuovere i rapporti fedigrafi. Ovviamente, non siamo d’accordo con il mentire, a maggior ragione riteniamo (come ha sempre ha affermato la Chiesa) un gravissimo peccato tradire il proprio coniuge; ma è innegabile che siamo sempre più in un modo capovolto: il matrimonio ridotto a “burletta” e l’adulterio a valore.

La notizia 

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "LA SOSTA – Il matrimonio ridotto a “burletta”, l’adulterio a valore."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*