SOSTA – Perché Gesù chiamava “l’ora sua” il momento della propria morte?

Scrive sant’Alfonso Maria de’ Liguori nel suo Pratica di amar Gesù Cristo, Capitolo I, n.9:

Era tanto l’amore che Gesù Cristo portava agli uomini, che gli faceva desiderare l’ora della morte, per dimostrare loro l’affetto che aveva per essi; perciò diceva: ‘C’è un battesimo che devo ricevere; e come sono angosciato finché non sia compiuto (Luca 12,50). Devo essere battezzato col mio medesimo sangue, e come mi sento stringere dal desiderio che presto venga l’ora della mia Passione, affinché presto con ciò l’uomo conosce l’amore che gli porto! Perciò san Giovanni, parlando della notte in cui Gesù diede principio alla sua passione, scrive: ‘Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine (Giovanni 13,1). Il Redentore chiamava quell’ora, l’ora sua, perché il tempo della morte era il tempo da lui desiderato; quello in cui voleva dare agli uomini l’ultima prova del suo amore, morendo per essi in croce, consumato dai dolori.”


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri 


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "SOSTA – Perché Gesù chiamava “l’ora sua” il momento della propria morte?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*