21 dicembre: san Tommaso Apostolo

Introito

I tuoi amici, o Dio, sono sommamente onorati; veramente forte è diventato il loro principato.


Epistola

Efesini 2, 19-22

Fratelli: Voi dunque non siete più ospiti o estranei; ma concittadini dei santi, e membri della famiglia di Dio, edificati sopra il fondamento degli Apostoli e dei profeti, essendo lo stesso Cristo Gesù la pietra angolare, sopra di cui tutto l’edificio ben costruito s’innalza in tempio santo del Signore, sopra del quale anche voi siete insieme edificati, per divenire, mediante lo Spirito, dimora di Dio.


Vangelo

Giovanni 20, 24-29

In quel tempo, uno dei dodici, Tommaso, detto Didimo, non era con i discepoli quando venne Gesù. Allora gli altri discepoli gli dissero: “Abbiamo visto il Signore.”. Ma egli rispose: “Se non vedo nelle sue mani la ferita dei chiodi, se non metto il mio dito nel posto dei chiodi e la mia mano nel suo costato, non crederò.” Otto giorni dopo, i discepoli erano di nuovo in casa, e con loro Tommaso. Entrò Gesù, a porte chiuse, e stette in mezzo a loro e disse: “la pace sia con voi.” Poi, rivolto a Tommaso: “Metti qua il tuo dito, guarda le mie mani: avvicinati con la mano e mettila nel mio costato, e non essere incredulo, ma credente.” Gli rispose Tommaso: “Signore mio e Dio mio!” E Gesù: “Tu hai creduto, Tommaso, perché hai veduto; beati coloro che non hanno visto, eppure hanno creduto.” 


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "21 dicembre: san Tommaso Apostolo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*