APOLOGETICA CON I PROVERBI …”L’ultimo mantello è cucito senza tasche” (proverbio friulano)

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


Il popolo è ben altra cosa rispetto alla massa. La massa è qualcosa d’informe, che, pertanto, si lascia facilmente plasmare. Il popolo no. Esso ha una sua identità, una sua storia, delle radici. Ha un vissuto che gli permette di giudicare con buon senso il reale. E questo lo conforta di un’eredità: la saggezza. Certo, i popoli non sono uguali; perché le culture non sono uguali. C’è chi ha conquistato il Vero. Chi lo ha atteso. Chi lo ha rifiutato. Chi se ne è allontanato. Ma al di là di questo, ciò che è di natura percepisce il senso delle cose e il mistero del vivere. E, proprio perché Dio ha fatto sì che la natura fosse predisposta all’accoglienza della Grazia, non c’è buon senso popolare che non manifesta questo desiderio; al di là di ciò che la Storia dei singoli popoli partorisce. Ecco perché si può capire l’unicità e la bellezza della Verità Cattolica anche attraverso il buon senso di tutti i popoli. 


Qual è la menzogna delle cose? Che queste non riescono a dare una risposta al vivere.

Certo, le cose possono aiutare a vivere, sarebbe sciocco negarlo…ma non possono spiegare perché si vive e cosa conti davvero nella vita.

La gravità dell’idolatria consiste proprio nel fare delle cose (o di una cosa) il fine della propria vita; quando si sa bene che ciò è una illogicità. Dove sono le cose, quando veniamo presi dall’angoscia? Dove sono le cose, quando ci confrontiamo con i nostri limiti? Dove sono le cose, quando non possiamo far nulla per aiutare un nostro caro? Dove sono le cose, quando ci sforziamo di sconfiggere le nostre contraddizioni?

Ma tutto questo può essere dimenticato, tutto questo può essere cacciato via dalla propria mente, se alla prima menzogna ne facciamo seguire un’altra; ovvero il credere che il proprio tempo non finirà mai. E invece il tempo finisce; e nella sua fine è inesorabile.

Il tempo alla fine diviene una dogana: non vuole che nessun oggetto superfluo possa oltrepassare il confine. Ecco perché l’ultimo mantello è senza tasche.

Dinanzi alla morte conta solo ciò che è dentro il mantello.

Il resto non conta nulla.

Il resto è la menzogne delle cose.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "APOLOGETICA CON I PROVERBI …”L’ultimo mantello è cucito senza tasche” (proverbio friulano)"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*