Dedicato a chi nega la “sofferenza vicaria”: per la salvezza di una sola anima Padre Pio sarebbe stato disposto a tornare sulla terra per continuare a soffrire

Il cappuccino padre Guglielmo Alimonti nel suo I miei giorni con Padre Pio racconta un aneddoto.

Un giorno, stando vicino a Padre Pio, non ho potuto fare ameno di chiedergli, inginocchiato ai suoi piedi: “Padre, se il Signore ti dicesse, quando sarai in Cielo, che uno dei tuoi figli corre il rischio di perdersi eternamente, che faresti?” 

Mi rispose: “Gli chiederei semplicemente di tornare sulla terra per ricominciare da capo a patire, pur di salvarlo.”

Dunque, san Pio da Pietrelcina per salvare un suo figlio spirituale era disposto non solo a rinunciare temporaneamente alle gioie del Paradiso, ma anche a tornare a soffrire.

Ciò ci fa capire quanto costa la conversione dei peccatori e quanta generosità hanno i santi che ben capiscono la verità della “sofferenza vicaria”, verità che noi abbiamo completamente rimosso.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

1 Comment on "Dedicato a chi nega la “sofferenza vicaria”: per la salvezza di una sola anima Padre Pio sarebbe stato disposto a tornare sulla terra per continuare a soffrire"

  1. Una delle cose che mi hanno fatto ripensare la figura di Ratzinger è stata proprio tale negazione. E sono cose gravissime queste. Come anche la antica alleanza, ancora valida, secondo lui, per gli Ebrei. Tutto inconciliabile con la vera dottrina della Chiesa.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*