La “via pulchritudinis” con Georgios Iacovidis

Noi de Il Cammino dei Tre Sentieri siamo convinti che è importante ribadire che Dio è Somma Verità, Somma Bontà e Somma Bellezza. Che la Verità Cattolica non solo è “vera” ma è anche “bella”, che non solo soddisfa pienamente l’intelligenza con la sua inappuntabile logica, ma anche il cuore con il suo costitutivo e irresistibile fascino. Ed ecco perché le nostre meditazioni devono muovere anche dalla contemplazione della Bellezza, utilizzando quella che si è soliti definire la “Via Pulchritudinis”… appunto: la “Via della Bellezza”, che è il Terzo Sentiero de “Il Cammino dei Tre Sentieri”

Georgios Iacovidis (1853-1932), Concerto di bambinianno 1900

Un giorno, una mamma di oltre dieci figli, andò da san Pio da Pietrelcina e confidò al Cappuccino la sua perenne stanchezza nel dover accudire la sua nidiata. San Pio le disse di non preoccuparsi perché non sarebbe diventata pazza.

Ed è così. I bambini stancano certamente, ma non esauriscono.

La loro vivacità non sempre è gestibile. In alcuni momenti diventa quasi insopportabile, ma se si sa attendere e riconoscere che si tratta di qualcosa che è perfettamente giusto, allora anche quella vivacità si armonizza con l’impegno e la fatica di tenerli.

Il baccano dei bambini non è disordine.

Il dipinto di Iacovidis non è fatto solo di colori, di chiaroscuri e delicate figure. E’ fatto principalmente di suoni.

Nel vedere la scena si sente il frastuono, lo stridore di quegli strani strumenti adattati per l’uso. Si percepisce una musica disarmonica, stridente, come è ovviamente quella di un improvvisato “concerto” di bambini.

Eppure è una disarmonia paradossalmente armonica, ordinata… perfino elegante in un ambiente che pur si presenta semplice e per certi versi fatiscente.

Il volto sereno della mamma e soprattutto le braccine tese della bambina, chiaro segno del suo entusiasmo, provano che quel chiasso sta creando la serenità del gioco.

Il gioco è quello del crescere, del prepararsi a vivere, del donare, da parte di quella mamma, il proprio tempo.

Anche quei bambini, un giorno, dovranno ascoltare un altro concerto chiassoso.

Sarà ancora la gioia di donare la vita che lo esigerà!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "La “via pulchritudinis” con Georgios Iacovidis"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*