20 maggio: San Bernardino da Siena. Lo sai che l’Immacolata gli guarì la gola per poter meglio predicare?

da I Santi e la Madonna, di padre Stefano Maria Manelli, volume 8

San Bernardino da Siena è stato certamente uno dei più grandi predicatori che l’Italia abbia mai avuto. Vivace e profondo, forte e geniale, luminoso e pratico attirava, in maniera così potente, che le città se lo contendevano e le più celebri piazze e cattedrali si gremivano fino all’inverosimile per ascoltarlo, dal centro al nord Italia.

Per 27 anni san Bernardino sarà predicatore instancabile, ammiratissimo ed efficacissimo, nell’istruire le genti e nell’illuminare le coscienze sul cammino di salvezza da percorrere.

I suoi viaggi apostolici lo porteranno in Lombardia e nella Liguria, nel Piemonte e nel veneto, nel Lazio, negli Abruzzi. Quando stava per scendere nel meridione, arrivò la sua ora di lasciare questa terra per il Regno dei cieli.

Ma, prima di iniziare la sua attività prodigiosa di predicatore, san Bernardino aveva un gravissimo limite, che doveva compromettere del tutto la missione di banditore della Parola di Dio per città e paesi: egli aveva una voce flebile ed era fragile nelle corde vocali per un male che non si riusciva né a definire né a debellare. Se riflettiamo che a quei tempi non esistevano certo gli impianti di microfoni e altoparlanti di cui disponiamo oggi, comprendiamo subito come dovessero risultare indispensabili al predicatore la sonorità della voce e la robustezza delle corde vocali, specie se si doveva parlare a grandi folle nelle ampie cattedrali e, più ancora, nelle vastissime piazze. L’ascolto e la comprensione delle parole del predicatore erano affidate proprio al vigore della sua voce, capace di coprire una vasta area gremita di gente.

Come andarono le cose per san bernardino? Andarono così: senza far troppo ricorso a medici e a medicine, egli si rivolse alla Madonna, alla mediatrice di ogni grazia temporale e spirituale. La pregò e la supplicò dicendole che, se lui doveva farsi annunciatore della Buona Novella, gli guarisse la gola e gli donasse la voce necessaria ad essere da tutti ascoltato e compreso. Pregò e insistette, con fiducia umile e serena.

Che cosa successe? Un giorno, mentre egli era immerso nella preghiera, vide all’improvviso venire dall’alto un globo di fuoco incandescente che gli toccò la gola per qualche attimo e subito sparì.

San Bernardino si scosse dalla rapida visione con un grido di esclamazione e si accorse immediatamente di essere guarito dal mal di gola, per grazia della Celeste Mediatrice e Madre, a cui rivolse subito un’accesissima preghiera di filiale riconoscenza, con il cuore commosso ed in festa.

Era evidente che la Madonna lo voleva predicatore.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "20 maggio: San Bernardino da Siena. Lo sai che l’Immacolata gli guarì la gola per poter meglio predicare?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*