SOSTA – Cosa dobbiamo sapere dell’invocazione del nome di Dio?

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


da Teologia della perfezione cristiana, di Antonio Royo Marin, n.294


L’invocazione del nome di Dio consiste principalmente nella lode esterna, come manifestazione del fervore interno- del santo nome di Dio nel culto pubblico o privato. (…) Contrario a questo atto di religione è l’invocazione del nome di Dio invano. Il nome di Dio è santo e non lo si deve mai pronunciare senza motivo e senza la dovuta riverenza: “Non avvezzare la tua bocca al giuramento, non prendere l’abitudine di proferire il Nome santo; perché come lo schiavo messo spesso alla tortura non sarà esente da lividure, così chi giura e nomina Dio continuamente non sarà del tutto libero dal peccato.” (Ecclesiastico 23,9-11).


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri 


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "SOSTA – Cosa dobbiamo sapere dell’invocazione del nome di Dio?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*