SOSTA – La malattia può rientrare nei disegni di Dio?

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


da La divinizzazione della sofferenza di padre Adolphe Tanquerey, Verona 2021, pp.108-110


(…) a volte rientra tra i disegni di Dio mandarci la malattia.

Ben santificata, infatti, porta i più preziosi vantaggi dal punto di vista soprannaturale.

Spesso, in un giorno di malattia sopportato come dovrebbe, avanzeremo di più in virtù, pagheremo più debiti alla giustizia divina per i nostri peccati passati, raccoglieremo più tesori, ci renderemo più graditi a Dio, Gli procureremo più gloria, che in una settimana o un mese di salute. (Sant-Jure, Connaissance et amour de N.S.J.C.)

La malattia è la pietra di paragone che mostra quanto valga la virtù di un’anima: se il malato la sostiene senza lamentarsi, senza inquietudine, completamente rimesso alla volontà di Dio, è segno che possiede una virtù con solide fondamenta; se si lamenta di quanti lo circondano e si prendono cura di lui, se è impaziente, se a volte mormora contro Dio stesso, la sua virtù è tutt’altro che solida.

Dobbiamo certamente prenderci ragionevole cura della nostra salute, poiché ci consente di adempiere meglio ai nostri doveri di stato per la gloria di Dio. Ma, come sottolinea Santa Teresa, ci sono persone che se ne preoccupano troppo.

(…)

Questa è la regola tracciata da san Francesco di Sales nella Vita devota: Quando ti sopraggiunge un male, opponiti ad esso con i rimedi possibili e secondo Dio, perché fare altrimenti significherebbe tentare la Sua Divina Maestà: ma una volta fatto ciò, attendi con sincera rassegnazione l’effetto che Dio accorderà. Se Gli piace che i rimedi vincano il male, lo ringrazierai con umiltà; ma se gli piacerà che il male l’abbia vinta sui rimedi, benedici con pazienza.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "SOSTA – La malattia può rientrare nei disegni di Dio?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*