4 novembre: san Carlo Borromeo. Il santo che prima di confessarsi, osservava tre dipinti

San Carlo Borromeo, prima di confessarsi, si fermava a meditare su tre quadri che aveva fatto mettere nella sua cappellina.

Il primo quadro rappresentava l’Inferno, con i reprobi straziati orribilmente: ciò serviva a incutere un salutare timore.

Il secondo quadro rappresentava il Paradiso, con i beati pieni di gioia: ciò gli infondeva una carica di impegno per evitare il peccato per non perdere la Vita Eterna con Dio.

Il terzo quadro raffigurava il Calvario con Gesù Crocifisso e l’Addolorata: ciò gli riempiva il cuore di dolore per le sofferenze causate a Gesù e a Maria con i peccati, spingendolo a fare fermi propositi di fedeltà e di amore.

Confessarsi in questo modo significava per il Santo purificarsi dalle colpe, ma anche crescere nella Vita di Grazia.

E si ricordi che san Carlo Borromeo si confessava ogni giorno!

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

1 Comment on "4 novembre: san Carlo Borromeo. Il santo che prima di confessarsi, osservava tre dipinti"

  1. Prega per noi San Carlo Borromeo.
    Confessarsi spesso è crescere in grazia.
    Ave Maria.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*