SOSTA – Non è da cristiani portare il broncio

Woman gesturing while quarreling with her partner

Così il Servo di Dio don Dolindo Ruotolo (1882-1970) fa dire a Gesù ad un’anima che ha subito delle offese. Il testo è tratto da Gesù alla Famiglia scritto dal sacerdote napoletano.


Sei offeso e ti mostri col broncio e… il muso lungo? Rispondi con parole risentite? Ma io sulla croce, e prima, ebbi tante offese, e come risposi a chi, anche crocifisso, m’insultava? Risposi solo: Padre perdona loro. E tu perdona.

Tu dici: Quelli che mi tormentano sono cattivi ed io debbo stare sulla mia. E non erano cattivi quelli che mi crocifissero? Ed io, loro giudice di verità, li scusai: Non sanno quello che fanno. Scusa tu pure con la carità chi ti offende e non aver mai un giudizio severo e inesorabile. Guarda la tua debolezza e perdona.

Tu dici: E come posso guardare bene chi m’insulta e mi calunnia? Come potrei fargli un dono se meriterebbe la galera? 

I ladri, crocifissi con me, m’insultarono, figlio mio, e al ladro che si riprese e disse: Ricordati di me!, io non voltai la faccia, ma gli donai il Paradiso e redensi con il mio sangue.

Tu dici: Come posso non ricordare una parola amara, uno schiaffo ricevuto, un danno fattomi? 

O figlio mio, non mi hai detto tante volte tu che io non sono giusto e proteggevo i cattivi?

Eppure io non ricordo le tue offese; rispondo con la misericordia. Abbi anche tu misericordia, non ti adirare e sii figlio di Dio, che fa splendere il sole anche sui cattivi.

Che ne ricavi tu con la discordia? Per vendicarti del caffè che è amaro, ci metterai il tossico? E così lo farai più amaro a danno tuo. Sii pacifico e sarai chiamato figlio di Dio.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "SOSTA – Non è da cristiani portare il broncio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*