LITURGIA DEL GIORNO: San Clemente, Papa e Martire

Introito

(Isaia 59,21; 56,7)

Dice il Signore: “Le mie parole, che ho poste nella tua bocca, non verranno meno; le tue offerte saranno gradite sul mio altare”.

(Salmo 111,1)

Beato l’uomo che teme il Signore, e molto si compiace nei suoi comandi.


Epistola

(Filippesi 3,17-21; 4,1-3)

Fratelli, siate miei imitatori, e osservate coloro che si comportano secondo il modello che avete in noi. Molti, invece, di cui spesso vi ho parlato -e ora ne parlo piangendo- si comportano da nemici della croce di Cristo. Essi finiranno nella perdizione, perché il ventre è il loro Dio, e ripongono la loro gloria in quel che è la loro vergogna, apprezzando solo le cose della terra. ma noi siamo cittadini del cielo, donde aspettiamo come salvatore il Signore nostro Gesù Cristo, che trasformerà il nostro corpo di miseria, rendendolo conforme al suo corpo di gloria, in virtù di quel potere mediante il quale egli può sottomettere a sé tutte le cose. Così, dunque, o fratelli miei tanto cari e desiderati, mia gioia e mia corona, state ben fermi nel Signore, o carissimi. Io invito Evodia ed esorto Sìnteche a vivere in buona armonia, nel Signor. E chiedo anche a te, o mio fedele collega, di aiutarle: poiché con me hanno lottato per il vangelo, insieme con Clemente e con gli altri collaboratori, i cui nomi sono nel libro della vita.


Graduale

(Salmo 106,32; 106,31)

Lo esaltino nell’assemblea del popolo e lo lodino nel consesso degli anziani. Ringrazino il Signore per la sua bontà e per i suoi prodigi a favore degli uomini. Alleluia, alleluia.

(Matteo 16,18)

Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa! Alleluia.


Vangelo

(Matteo 16,13-19)

Essendo giunto Gesù nella regione di Cesarèa di Filippo, chiese ai suoi discepoli: «La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti». Disse loro: «Voi chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù: «Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli. E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "LITURGIA DEL GIORNO: San Clemente, Papa e Martire"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*