“I muri di pietra non fanno una prigione; né le sbarre di ferro una gabbia: gli spiriti innocenti e sereni li prendono per un eremo.” (Richard Lovelace)

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


Tra gli strumenti di un cammino vi è la bisaccia, una borsa con cui poter portare il piccolo necessario; non certo il pasto che i pellegrini chiedevano e chiedono agli ostelli, ma qualche semplice e piccolo boccone per sostenere il passo. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Bisaccia”  è un insegnamento della sapienza naturale con cui poter sostenere il passo dell’esistenza e confermare la scelta della bellezza della Verità Cattolica. 


“I muri di pietra non fanno una prigione; né le sbarre di ferro una gabbia: gli spiriti innocenti e sereni li prendono per un eremo.”

Richard Lovelace (1617-1657) – To Althea

Si può essere schiavi in uno spazio aperto. Così come si può essere liberi in una cella angusta. Perché la libertà, quella vera, è orientarsi al giusto fine, è offrirsi all’ideale, è spendersi per ciò che dà senso a tutto.

L’uomo non è definito dal tempo. Il suo destino, infatti, è l’eterno. Così l’uomo non è nemmeno definito dallo spazio, perché il suo destino è l’incommensurabile.

La menzogna sta proprio nel far credere all’uomo che tutto si giochi su qualche metro in più o in meno, su qualche boccata di aria pura o in meno. Credere che la libertà sia semplicemente correre su una prateria, è costringere l’uomo all’angustia del percorso. E’ fargli credere che il suo cammino non sia solo un mezzo (il che è vero!) ma addirittura il fine.

L’uomo ha bisogno di altro. Ha bisogno di definirsi nel Vero, nel Buono e nel Bello. E per far questo non servono necessariamente i campi aperti. Per far questo servono un cuore ed una volontà fedeli al Vero, al Buono e al Bello. 

Costi quel che costi… costi anche la scelte delle sbarre.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "“I muri di pietra non fanno una prigione; né le sbarre di ferro una gabbia: gli spiriti innocenti e sereni li prendono per un eremo.” (Richard Lovelace)"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*