BISACCIA: “Buio è l’abisso del tempo, ma vi è data abbastanza luce per guidare il vostro passo” (Robert Southey)

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


Tra gli strumenti di un cammino vi è la bisaccia, una borsa con cui poter portare il piccolo necessario; non certo il pasto che i pellegrini chiedevano e chiedono agli ostelli, ma qualche semplice e piccolo boccone per sostenere il passo. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Bisaccia”  è un insegnamento della sapienza naturale con cui poter sostenere il passo dell’esistenza e confermare la scelta della bellezza della Verità Cattolica. 


Robert Southey: “Buio è l’abisso del tempo, ma vi è data abbastanza luce per guidare il vostro passo”, Course of Kehama

Le parole sono categoricamente tristi: il tempo è un andare verso l’abisso; e l’abisso richiama inevitabilmente il buio.

Un buio come assenza di speranza, un buio come constatazione che si sta camminando invano.

Eppure… c’è un “eppure”.

Questo verso dice che in una situazione del genere c’è comunque abbastanza luce perché il passo possa procedere, e quindi non si rischi di mettere il piede in fallo.

Con ogni probabilità questo verso vorrà dire che se non c’è un Senso con la “S” maiuscola che inglobi e spieghi l’intera vita, piccoli significati possono e debbono comunque esserci, altrimenti davvero sarebbe tutto inutile.

Ma quell’ “abbastanza” è un avverbio ipocrita.

Cosa davvero vuol dire: “…abbastanza luce per guidare il vostro passo”?

Avverbio ipocrita, perché la luce o è vera, illuminante e confortante, o non è!

Una luce che non illumini tutto, è solo un misero fuoco fatuo... quello tipico dei cimiteri.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "BISACCIA: “Buio è l’abisso del tempo, ma vi è data abbastanza luce per guidare il vostro passo” (Robert Southey)"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*