MESSA DEL GIORNO (con meditazione) – Sabato, Vigilia della Pentecoste

Introito

(Ezechiele 36,23; 36,24; 36,25-26)

Quando avrò fatto conoscere tra voi la mia santità, vi radunerò da tutte le terre, e infonderò su di voi un’acqua monda, e sarete purificati da tutte le vostre macchie; vi darò uno spirito nuovo, alleluia, alleluia.

(Salmo 33,2)

Benedirò il Signore in ogni tempo e la sua lode sarà sempre sulla mia bocca.


Epistola

(Atti 19,1-8)

Mentre Apollo era a Corinto, Paolo, attraversate le regioni dell’altopiano, giunse a Efeso. Qui trovò alcuni discepoli e disse loro: «Avete ricevuto lo Spirito Santo quando siete venuti alla fede?». Gli risposero: «Non abbiamo nemmeno sentito dire che ci sia uno Spirito Santo». Ed egli disse: «Quale battesimo avete ricevuto?». «Il battesimo di Giovanni», risposero. Disse allora Paolo: «Giovanni ha amministrato un battesimo di penitenza, dicendo al popolo di credere in colui che sarebbe venuto dopo di lui, cioè in Gesù». Dopo aver udito questo, si fecero battezzare nel nome del Signore Gesù e, non appena Paolo ebbe imposto loro le mani, scese su di loro lo Spirito Santo e parlavano in lingue e profetavano. Erano in tutto circa dodici uomini. Entrato poi nella sinagoga, vi poté parlare liberamente per tre mesi, discutendo e cercando di persuadere gli ascoltatori circa il regno di Dio.


Graduale

Alleluia

(Salmo 106,1)

Rendete grazie al Signore: il suo amore è per sempre.

(Salmo 116,1-2)

Popoli tutti, lodate il Signore, esaltatelo, o genti! E’ forte il suo amore per noi, la verità del Signore è per sempre.


Vangelo

(Giovanni 14,15-21)

In quel tempo disse Gesù: “Se mi amate, osserverete i miei comandamenti. Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché egli dimora presso di voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre e voi in me e io in voi. Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi mi ama. Chi mi ama sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui».


Meditazione

  1. Dice Gesù ai discepoli: In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre e voi in me e io in voi. 
  2. Questo è il mistero della Chiesa: la divinità di Cristo che è nell’uomo e l’uomo in Lui.
  3. Un mistero, però, che deve essere realizzato nella conservazione dello stato di grazia santificante.
  4. Infatti, se è vero che si rimane membri della Chiesa anche in stato di peccato mortale, è pur vero che in tal caso non si è membri vivi, ma morti della Chiesa.
  5. Dunque, Gesù ci ha detto che abbiamo la possibilità di essere in Dio. Non solo con Dio, ma in Dio.

Alla Regina dello Splendore

  1. Madre, fai in modo che mai mi possa allontanare dal Tuo Divin Figlio.
  2. Che non mi limiti a vivere con Lui, ma possa vivere in Lui.
  3. Stando accanto a Te, tenendo la mia mano nella tua, questo -ne sono certo- accadrà.
  4. Regina dello Splendore, guidami nel cammino della vita.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI

Be the first to comment on "MESSA DEL GIORNO (con meditazione) – Sabato, Vigilia della Pentecoste"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*