Un bicchiere di cristallo

Rubrica a cura di Corrado Gnerre


La posizione dello sguardo, il privilegio dell’osservazione, il partire dal vedere e dal constatare è non solo la posizione più ragionevole, ma anche quella più intelligente. La parola “intelligenza” viene dal latino “intus-legit” che significa “leggere dentro”. L’intelligenza, pertanto, implica non una conoscenza superficiale ma una conoscenza dentro la realtà. Appunto: la realtà! L’intelligenza ha bisogno della realtà, non ne può fare a meno. Se la realtà non esistesse, non ci sarebbe modo di poter esercitare l’intelligenza, non ci sarebbe modo di essere intelligenti. Ed è la realtà che ci rimanda alla bellezza della Verità Cattolica … perché tutto è cattolico, perché tutto è di Dio!’


Il cristallo rimanda a due concetti: la trasparenza e lo splendore.

Il cristallo non offusca ciò che è dietro di esso. Fa vedere. Non nasconde.

Ma non fa solo questo. Ciò che si vede attraverso un cristallo viene in un certo qual modo filtrato e in questo filtraggio il cristallo dona una sorta di splendore brillante.

Tener puliti gli oggetti è una sorta di “dovere”, ma ancor di più questo “dovere” attiene al cristallo. Se non lo si adempie, il cristallo perde ciò che può donare, perde il suo senso, il suo valore, il suo fascino.

Un bicchiere di cristallo è un oggetto che permette un assaporamento. Anche se contenesse solo acqua, il sorseggiarla attraverso la bellezza di un oggetto come questo è rende la semplicità dell’acqua una cosa che tocca profondamente, che davvero soddisfa.

C’è differenza tra il sorseggiare qualcosa da un bicchiere di cristallo o farlo da un misero bicchiere di plastica. Il contenuto è lo stesso, ma cambia la forma; e la forma molto spesso diventa anche sostanza.

Un bicchiere di cristallo è l’offerta di ciò che è più facile trovare (l’acqua) attraverso lo splendore della brillantezza che questo oggetto offre.

Un bicchiere di cristallo è ciò che vorremmo avvenga nella nostra vita: che ogni cosa, ogni fatto, ogni situazione, anche la più semplice e banale, si “vesta” dello splendore dello stupore.

Un bicchiere di cristallo è un chiaro di simbolo di ciò che diventa la vita se la Bellezza di Dio viene scelta come roccia su cui poggiare i propri passi, le proprie fatiche, i propri affanni.


Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

CONDIVIDI

Be the first to comment on "Un bicchiere di cristallo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*