La Borraccia n.360

Tra gli strumenti di un cammino vi è la borraccia con cui portarsi dietro dell’acqua per idratarsi. Fuor di metafora, ne Il Cammino dei Tre Sentieri la “Borraccia” è la meditazione. I vari punti sono i “sorsi” della meditazione.

360

L’ACQUA

Maestà e splendore alla presenza di Dio; forza e bellezza è nel suo Santuario.

(Salmo 95)

I SORSI

1

Cari pellegrini, c’è chi ha la passione dei tuffi. Ci sono alcuni che li fanno da altezze vertiginose. Pericolo non indifferente, perché se è vero che l’acqua è un elemento altamente penetrabile, è pur vero che se non si cade bene, cioè perpendicolarmente, si può rischiare anche la vita. Infatti, cadendo ad una certa altezza, l’acqua può diventare una specie di lastra di marmo.

2

Nell’acqua di questa borraccia il Salmo 95 dice che nel Santuario di Dio vi è forza e bellezza.

3

Le parole, insomma, insistono su un binomio che è costitutivo di Dio: la forza e la bellezza, ovvero la maestà e lo splendore.

4

Dio è potente. Anzi: e l’Onnipotente. Ma Dio è anche Somma Bellezza, cioè splendore.

5

Nella vita del cristiano cosa significa tutto questo? Che da Dio si può attingere tanto la forza quanto la bellezza.

6

Il cristiano ha bisogno davvero di forza e bellezza?

7

E’ ovviamente una domanda retorica. Ne ha bisogno eccome!

8

È grazie alla forza di Dio che il cristiano può affrontare le difficoltà della vita.

9

Lo abbiamo già detto innumerevoli volte in altre borracce, l’uomo non può confidare solo nelle sue forze. Sarebbe da stolti.

10

L’uomo ha bisogno di una forza che sia davvero tale, che sovrasti il suo essere, visto che ciò che lo insidia è sovrastante il suo essere.

11

Ma non solo la forza, anche la bellezza.

12

La forza di Dio è un aiuto che compie una soluzione.

13

Che cosa deve intendersi per “compiere una soluzione“?

14

Che la forza di Dio non annulla l’esistenza di ognuno, la perfeziona.

15

E che la forza di Dio non annulla l’esistenza della libertà individuale, la perfeziona.

16

Torniamo all’immagine da cui siamo partiti. Lo splendore del mare al sole è uno spettacolo. Quell’acqua splende e rifrange la luce solare, perché, malgrado la sua fluidità, esprime una forza con la sua massa.

17

E se ci si tuffa, quella potenza avvolge nel suo splendore.

18

Cosi Dio. La sua forza è immensa, ma si offre non per respingere, bensì per avvolgere.

Al Signore Gesù

Signore, io da Te ricevo la forza e l’amore.

Da Te ricevo il sostegno e lo splendore della tua vicinanza.

Solo questo “compie” e risolve la mia vita.

Alla Madre Celeste e Regina dello Splendore

Madre, Tu sei la creatura nell’universo più vicina alla Somma Forza e alla Somma Bellezza di Dio.

E infatti Tu sei la creatura più potente e bella che esista.

Vicino a Te beneficerò di questa potenza e di questa bellezza.

Madre, accompagnami nel cammino di questo giorno.

Dio è Verità, Bontà e Bellezza

Il Cammino dei Tre Sentieri


Vuoi aiutarci a far conoscere quanto è bella la Verità Cattolica?

Share on:

Be the first to comment on "La Borraccia n.360"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*